Fab 2

Due omonimi si conoscono casualmente su internet e scoprono di essere pressoché coetanei, di fare la medesima professione e di avere anche tanti interessi in comune.

Ognuno verso l’arte: pittore e art performer il Fabrizio Bellanca di Como, musicista e poeta il Fabrizio Bellanca di Roma. Dal loro incontro e dalla susseguente collaborazione scaturisce una performance unica, in cui si accostano due campi dell’arte insospettabilmente vicini: la pittura e la musica. Il duo sperimentale si chiama ”Fab2” e ”V.O.L.O.” è il titolo del progetto musicale nato da questa curiosa e suggestiva esperienza.

3462-1-fab-2-websito

FAB TWO: UN CASO DI OMONIMIA CHE DIVENTA ARTE E MUSICA (di Fabrizio Bellanca I)

In principio fu il sito, poi arte e collaborazione.

Tre anni fa avevo deciso di acquistare un dominio su internet, fabriziobellanca.it; ne avevo già uno, ma pensavo che sarebbe stato più utile e produttivo dividere le due professioni: grafico e pittore, utilizzare il mio nome e cognome per ciò che riguardava l’arte e lasciare al professionale studiofab.com il ruolo di rappresentarmi come grafico. Mi collego a internet, digito il dominio ed ecco la sorpresa: il viso di uno sconosciuto che ironicamente si rade… con un microfono. E adesso?

Qualcuno ha registrato un dominio per rivenderlo oppure si tratta di un caso di omonimia? Incredibile, pensavo come tutti di essere unico e invece eccolo lì, sul monitor… 1.000.000 di pixel contro il sottoscritto: dura lotta da affrontare… a cominciare dal registrarsi come fabriziobellanca.com! Come prima mossa una mail per capire chi sia.

Una successiva ricerca mi svela che non solo coincidono nome e cognome, facciamo anche lo stesso mestiere (!) e il suo studio è situato in un quartiere vicino a dove avevo trascorso la mia infanzia. Beh, troppo, per non spingermi a conoscerlo. La sua prima mail di risposta era strana, sulla difensiva: magari pensava ad uno scherzo… poi, finalmente, scambio di numeri di telefono.

Chiamo. Squilla. Risponde. Oddio, pure lui ha la erre moscia…!

Era un po’ di tempo che non andavo a Roma. D’impatto ci siamo subito trovati bene, data anche l’età simile e gl’interessi comuni. Ognuno verso l’arte anche se in direzioni diverse, musicista e poeta Fabrizio di Roma, pittore e art performer Bellanca di Como. A dispetto della distanza che spesso ostacola i progetti, con Fabrizio ci eravamo ripromessi di mettere a frutto questa amicizia e questo strano caso di omonimia grazie alla comune passione per l’arte, creando qualcosa assieme.

Era l’alba dei FAB2.

Fab2: the last two

Con Fabrizio di Roma abbiamo finalmente deciso che i tempi erano maturi per realizzare la prima collaborazione artistico/musicale. Fabrizio ha composto appositamente musiche fra la sperimentazione e la lounge, con citazioni che vanno dall’Uccello di fuoco di Stravinskij alla cover di ”Tomorrow never knows” dei Beatles. Quale nome più appropriato per questo duo, allora, se non ”FAB2” (la metà dei Fab Four, i Beatles ormai rimasti solo in due, oppure il quadrato di FAB… comunque fabulous!).

3462-2-inviti-RomaDEF-sito

V.O.L.O.: musica e pittura

Il VOLO come antico sogno dell’uomo, un qualcosa di liberatorio per l’animo umano. Il volo come movimento, sensazione di una vertigine divina che non delimita lo spazio ma che abbraccia il mondo con le ali.

L’acronimo ”Viaggi Onirici Lievemente Organizzati”, dove il lievemente lascia al fruitore/spettatore della performance la libertà di riorganizzare le proprie sensazioni: musica e pittura si fondono creando un sogno fatto di salti avanti e indietro nel tempo, a ripercorrere strade conosciute con lo sguardo però odierno, disincantato e innocente allo stesso tempo.

Per ulteriori informazioni su questo progetto guardate myspace.com/fab2thelastwo